“Scacco al marrone” – l’eccellenza della scacchistica cuneese

sesta edizione Semilampo regionale

“Scacco al Marrone”

domenica 16 ottobre 2016

settima prova valida per il circuito

rapid play Piemonte

Sala d’Onore Municipio di Cuneo,

Via Roma nr.28  

Una vera e propria “costellazione di stelle” degli scacchi illumina il firmamento della sesta edizione del rapid play regionale “Scacco al Marrone”, organizzata dall’associazione scacchistica cuneese con il patrocinio del Comune di Cuneo e della Fondazione CRC di Cuneo.

La manifestazione oltre ad assicurarsi la presenza del sedicenne maestro internazionale Luca Moroni Jr, vincitore della passata edizione e appena reduce dal campionato del mondo under16 in Russia, 8° in quinta scacchiera e medaglia d’argento nella precedente edizione, ha ricevuto l’adesione di giocatori titolati (1 Grande maestro, tre maestri internazionali e un maestro fide) ovvero 53 giocatori fide che hanno alzato molto la media elo del torneo a 1793.

Quanto a riprova dell’accresciuta popolarità e successo del torneo, tra i più difficili della stagione con 57 partecipanti provenienti oltre che dall’estero, da Acqui Terme (AL), Asti, Monza Brianza, Genova, Milano, Torino e Ventimiglia. Segnaliamo che quest’anno la seguitissima rivista web “soloscacchi” ha dedicato uno spazio speciale alla settima tappa del circuito piemontese, creando un originale banner all’appuntamento così da diffondere maggiormente e a livello nazionale mentre sulla rivista “Torre&Cavallo” è stato presentato il torneo dal mese di luglio.

Alla cerimonia di premiazione, nella splendida Sala d’onore del Comune cha ha fatto da cornice ai 9 turni di 15 minuti a giocatore, erano presenti l’Assessore allo Sport Valter Fantino e Pellegrino Michele, consigliere in rappresentanza della Fondazione CRC di Cuneo. L’assessore ha sottolineato il grande impegno e passione del comitato organizzatore mentre il consigliere della Fondazione si è congratulato per la concretezza e il successo della manifestazione.

Ha vinto il Grande maestro Igor Vladimirovič Glek 2490 elo, vincendo 7 partite su 9 e una sola patta. Scacchista russo naturalizzato tedesco, raggiunse il massimo rating Elo nel luglio del 1996, con 2670 punti, piazzandosi alla 12° posizione nella classifica mondiale. E’ stato tra i fondatori della “Association of Chess Professionals” (ACP), membro del comitato della FIDE per gli scacchi giovanili e presidente della “World League of Chess Tournaments” (WLCT).

igor-glek

Secondo classificato Seletsky Grigory, maestro fide ucraino.

L’appena sedicenne scacchista Luca Moroni Jr, di Cesano Maderno (MI), tesserato al circolo di Ceriano Laghetto, si è classificato terzo appena rientrato da un percorso agonistico straordinario, quali il campionato del mondo under16 a Khanty Mansiysk in Russia, tenuto dal 20 settembre al  4 ottobre scorso, e dalla magnifica prestazione alle Olimpiadi degli Scacchi di Baku (Azerbajan). Luca è una promessa dei nuovi talenti del patrio suolo, destinato a conquistare i cuori degli appassionati dopo la dipartita di Caruana. Diventato maestro fide nel 2014 e maestro internazionale quest’anno, aveva conquistato la medaglia d’argento, superando un altro talento italiano Francesco RAMBALDI, all’edizione del  2015 del campionato mondiale under 16 a Porto Carras, Halkidiki (Grecia). Per altro, gli mancano appena venti punti elo per diventare tra i più giovani G.M. italiani, vincitore della passata edizione “Scacco al marrone”, medaglia d’argento al mondiale u16 dell’anno scorso, si è prestato la sera di sabato 15 ottobre a una “Letio magistralis” concernente una sua partita particolare giocata alle Olimpiadi.

 

Al quarto e quinto posto il ligure maestro internazionale Guido Flavio e a seguire il tesserato della scacchistica cuneese Sarno Spartaco, unico maestro internazionale della provincia e capitano della Squadra “Il LIbraio” qualficata alla serie B del 49° campionato italiano a squadre 2017.

I premi di fascia sono andati al cuneese Pesiri Rossano, Ballestra Giovanni di Imperia, il francese Coqueraut Lodewyk, e Xu Ten Lon di Asti.

statistica-vi-marrone

classifica-finale-vi-marrone

variazione-elo-vi-marrone

tabellone-finale-vi-marrone

Il torneo regionale semilampo “Scacco al Marrone”  è l’eccellenza delle manifestazioni sportive organizzate dall’Associazione scacchistica s.d. cuneese. L’evento sportivo registra ogni anno sempre più giocatori, provenienti non solo dal Piemonte ma anche dalla Lombardia e dalla Liguria nonché dalla Francia e dall’Ucraina. Ormai la manifestazione che non è solo agonistica, si è stabilmente inserita nel circuito rapid play piemontese e nella Fiera nazionale del Marrone, pregiandosi del patrocinio del Comune di Cuneo e della Fondazione CRC di Cuneo.

L’albo d’oro del torneo è di tutto rispetto, infatti le passate edizioni sono state vinte da Folco CASTALDO (2011); AGHAYEV Miragha (2012); Spartaco SARNO (2013); Fabrizio RANIERI (2014) e l’anno scorso MORONI Luca jr. 

moroni-e-la-scacchistica

Sarà proprio Lui, il giovane talento del patrio suolo vincitore della passata edizione “Scacco al marrone”, a tenere, alle ore 20,30 di sabato 15 ottobre nella Sala d’Onore del Municipio di Cuneo, una “letio magistralis” concernente le partite più innovative svolte nel corso delle olimpiadi. Ricordiamo che appena quindicenne il vice campione del mondo di scacchi Under 16, ha ottenuto a Milano, il 13 dicembre 2015, il record di partite vinte in simultanea, primato che era detenuto dal 1994 da Sergio Mariotti. Nel giro di poco più di sei ore, Moroni ha sfidato in simultanea, ottenendo 106 vittorie, 120 avversari su un percorso totale fra i 6 e 7 chilometri nel muoversi fra le varie scacchiere.

La settecentesca sala d’Onore del Municipio di Cuneo è l’ambiente più coinvolgente e ideale per svolgere il nobil giuoco, con comode sedie imbottite in velluto rosso e spaziosi tavoli bianchi si gioco piacevolmente in un contesto architettonico e artistico di grande eleganza. Inoltre, nella via centrale della città ove è ubicata la sede di gioco, i giocatori e loro familiari possono curiosare, durante le pause, tra gli allestimenti della Fiera nazionale del Marrone. I partecipanti sono sempre più numerosi e accolti con entusiasmo e grande senso di ospitalità dal comitato organizzatore e dalla Municipalità rappresentata dall’Assessore allo Sport Valter Fantino, il quale porge il caloroso benvenuto della città e l’incondizionato sostegno all’associazione organizzatrice, accanto al rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo che sostiene generosamente la manifestazione. L’evento non è solo sportivo, quest’anno nello stand del Comune sarà possibile ammirare le opere artistiche del socio e valente giocatore Mauricio Babilonia, esposte quest’estate per la prima volta durante il torneo scaccomatto@piazzavirginio. Le opere sono i prototipi dell’ambizioso progetto “Giant Chess puzzle”, addivenire a futura attrattiva turistica del capoluogo che ambisce ad avere un ruolo chiave nel mondo scacchistico della provincia. Inoltre, saranno esposte anche rare litografia sul tema degli scacchi e una rassegna sulla storia degli scacchi cuneesi.   immagine

La Fiera Nazionale del Marrone, giunta quest’anno alla 18a edizione, è considerata una delle più importanti rassegne enogastronomiche d’Italia, vetrina unica delle eccellenze e delle antiche tradizioni del territorio cuneese.Una manifestazione che fa della qualità la sua bandiera, dove i migliori prodotti certificati vengono presentati ai visitatori tra aromi prelibati e gustose degustazioni.

Centinaia di espositori, attentamente selezionati da un pool di esperti del Comune di Cuneo, Slow Food, Coldiretti, Confartigianato e ATL, riempiono per tre giorni il centro storico di Cuneo, invadendo di profumi, sapori e colori le principali piazze della parte antica della città, permettendo di gustare i migliori prodotti dell’Italia e dell’Europa. Oltre ai momenti esclusivamente enogastronomici, la Fiera offre ampio spazio anche all’artigianato d’eccellenza, a cui si affiancano laboratori didattici, iniziative culturali, semilampo di scacchi, proposte turistiche, mostre, spettacoli e concerti.

Guarda il video di presentazione della Fiera nazionale del Marrone

locandina_scacchi_2016 Programma Il torneo si svolge in 9 turni, sistema svizzero. Tempi di riflessione 15 minuti a giocatore. ore 8.30 del 16.10.2016 – Accreditamento e Sorteggio, a seguire: ore 10.00 Inizio 1° turno ore 13.00 Pausa pranzo ore 14.45 Inizio Sessione pomeridiana ore 18.30 Premiazione Obbligatoria la prenotazione*  su vesus; effettuare una ricerca usando la parola chiave “marrone” info: 0171/602018 – fax 0171.606980 – (ore ufficio) e mail:  scacchicuneo@gmail.com – web: https://cuneoscacchi.net/

RIMBORSI SPESE

CLASSIFICA ASSOLUTA Premi fascia
1° –  400,00 € + Trofeo 1° classificato 40 euro
2° –  200,00 € 2° classificato 20 euro
3° –  120,00 € Totale montepremi fascia
4° –    80,00 € 240 euro
5° –    60,00 €  

I premi di fascia saranno determinati in sede di gara in base a 4 gruppi elo omogenei e distribuiti equamente tra i giocatori, da NC a CM, del valore di 40 euro al primo classificato e di 20 euro al secondo classificato.  I premi sono indivisibili e non cumulabili.

moroni-e-la-scacchistica-2 dicono di noi:

http://www.campioni.cn/2016/10/04/leggi-notizia/argomenti/altri-sport/articolo/scacco-al-marrone-luca-moroni-jr-sara-ospite-della-semilampo-cuneese.html

http://www.campioni.cn/2016/10/17/leggi-notizia/argomenti/altri-sport/articolo/cuneo-cala-il-sipario-sulla-sesta-edizioni-del-semilampo-scacco-al-marrore.html

http://www.campioni.cn/2016/10/13/leggi-notizia/argomenti/altri-sport/articolo/cuneo-scacco-al-marrone-in-arrivo-tante-stelle-degli-scacchi.html

Moroni, marroni e Cuneesi

Quinta edizione Semilampo regionale

“Scacco al Marrone”

18 ottobre 2015

nona prova valida per il circuito rapid play Piemonte

Sala d’Onore Municipio di Cuneo, Via Roma nr.28  

6semilampo 2014Nata da un intuizione di CIARAMELLA Antonio, l’evento si è consolidato negli anni inserendosi stabilmente nel circuito rapid play piemontese e nella Fiera nazionale del Marrone giunto alla 17° edizione.

L’open “Scacco al Marrone”  è il torneo semilampo più importante e prestigioso dell’Associazione scacchistica s.d. cuneese e nella passata edizione ha raggiunto il ragguardevole numero di 62 partecipanti, provenienti non solo dal piemonte e sempre in numero di adesioni maggiore.

Le passate edizioni sono state vinte da Folco CASTALDO (2011); AGHAYEV Miragha (2012); Spartaco SARNO (2013) mentre Fabrizio RANIERI ha vinto la quarta edizione superando di mezzo punto il nostro socio PESIRI Rossano.

Alla 9° tappa del circuito rapid play piemontese si sono registrati 55 giocatori, tra cui 4 maestri internazionali e 2 maestri fide, innalzando la media statistica, tra le più alte dei tornei finora disputati nella provincia (1793 elo – 1851 elo fide), un importante risultato ottenuto nella quinta edizione del semilampo regionale “Scacco al Marrone”, valido per la variazione elo fide rapid, che si è conclusa domenica 18 ottobre 2015 nella splendida sala d’Onore del Municipio di Cuneo. In una cornice ideale per il nobil giuoco i partecipanti, provenienti da tutto il Piemonte, Lombardia  e anche dalla Serbia Croazia e Romania, sono stati accolti dal comitato organizzatore e dall’Assessore allo Sport del Comune di Cuneo Valter Fantino che ha dato il benvenuto della città.

Alla premiazione è intervenuta l’Ass. socio educativo Franca GIORDANO che ha premiato il campione che con grande soddisfazione è il giovane quindicenne Luca jr Moroni, (2323 elo fide) finalista il prossimo mese per lo scudetto italiano a Milano nonché nostro rappresentante all’europeo di Grecia e agli internazionali giovanili del Qatar. Il secondo posto è toccato al M.I. Spartaco Sarno (campione nazionale 2004), l’unico maestro che ha pattato con il giovane campione quindicenne; il terzo posto è andato al croato MRDJA Milan mentre il quarto a CACINSCHI Alexandru, socio della scacchistica cuneese e componente della squadra cuneese al campionato nazionale a squadre, unica rappresentativa della provincia.  si è classificato quinto un altro socio della scacchistica cuneese PETRITAJ Ferdinant mentre al 7° PESIRI Rossano, anche loro componenti della squadra di scacchi cuneese “Il Libraio” che tenta quest’anno la promozione alla serie “B”.

classifica 5°

Direzione arbitrale e tecnica Luca GASTALDELLO.

Direttore sportivo CONI CIARAMELLA Antonio

Programma

 

http://vesus.org/tournaments/5deg-semilampo-regionale-scacco-al-marrone/

info: 0171/602018 – fax 0171.606980 – (ore ufficio)

e mail:  scacchicuneo@gmail.com – web: https://cuneoscacchi.net/

RIMBORSI SPESE

CLASSIFICA ASSOLUTA Primo classificato per fasce di merito elo* Euro Secondo classificatoper fasce di merito elo*
1° –  300,00 € + Trofeo elo da 1800 a 1999 40,00 20,00 €
2°  – 200,00 € elo da 1600 a 1799 40,00 20,00 €
3°  –   100,00 € elo inferiore 1599 40,00 20,00 €
4°  –   50,00 € elo N.C. = < 1499 40,00 20,00 €
  Under 16 N.C. Buono spesa Buono spesa

 

galleria fotografica

4semilampo 20147semilampo 20145semilampo 20142semilampo2014OLYMPUS DIGITAL CAMERAscacchi3edizione2

marrone 2015

Località: Cuneo (CN)

inizio torneo ore 8,30 del 18/10/2015 (domenica) | Fine torneo: 18/10/2015
Indirizzo web: cuneoscacchi.net/
E-mail: scacchicuneo@gmail.com
A.C.N. Marco CANTAMESSATurni: 9

L’open è valido come settima prova del Circuito piemontese Rapid Play 2014.

Appuntamento annuale organizzato dalla Associazione Scacchistica Cuneese con il Patrocinio del Comune di uneo – Open integrale valido per variazione elo italia e Fide – sistema di abbinamento svizzero – tempo di riflessione 15 minuti – montepremi minimo 975,00 euro – costo d’iscrizione 20 euro ( infrasedicenni 15 euro). L’iscrizione all’Open è ammessa solo previa e tassativa prenotazione online sul sito web http://vesus.org/tournaments/5deg-semilampo-regionale-quotscacco-al-marronequot/ 

ilpresidente

 Quarta edizione Semilampo

“Scacco al Marrone”

settima prova valida per il circuito rapid play Piemonte

Sala d’Onore Municipio di Cuneo, Via Roma nr.28  

Località: Cuneo (CN)
inizio torneo ore 9,00 del 19/10/2014 (domenica) | Fine torneo: 19/10/2014
Indirizzo web: cuneoscacchi.net/
E-mail: scacchicuneo@gmail.com
A.C.N. Marco CANTAMESSATurni: 9

L’open è valido come settima prova del Circuito piemontese Rapid Play 2014.

Appuntamento annuale organizzato dalla Associazione Scacchistica Cuneese con il Patrocinio del Comune di uneo – Open integrale – sistema di abbinamento svizzero – tempo di riflessione 15 minuti – montepremi minimo 975,00 euro – costo d’iscrizione 20 euro ( infradiciottenni 15 euro). L’iscrizione all’Open è ammessa solo previa e tassativa prenotazione online sul sito web http://vesus.org/tournaments/4degedquotscacco-al-marronequot-semilampo-regionale/

Sul sito è poi possibile consultare i risultati per turno e la classifica finale completa.

classifica marrone 2014

CRONACA

La quarta edizione ottiene uno splendido successo sia come partecipazione sia come divulgazione e promozione dello “sport della mente” che premia il grande impegno organizzativo con il patrocinio della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. Come sempre la scacchistica cuneese ha tenuto il venerdì precedente nella Sala d’Onore del Municipio di Cuneo, il consueto e collaterale evento culturale molto impegnativo sul tema “I protoscacchi nell’età medioevale ed esiti archeologici”, mentre al sabato si è tenuta la rituale simultanea gratuita, sabato 18 ottobre alle ore 20,00,  con il campione dell’edizione precedente M.I. Spartaco SARNO.

30-496-31c-foto_maineri_teresa_c____8_

La quarta edizione del semilampo regionale “Scacco al Marrone” ha registrato la partecipazione record di 62 giocatori,provenienti da Asti, Alessandria, Genova, Imperia, Savona e Torino, con una media elo (il rating dello scacchista) molto elevata 1691 e la partecipazione di quattro giovanissime e promettenti donne.

Ha vinto il torinese RANIERI Fabrizio con 7,5pt. seguito dal lanciatissimo cuneese PESIRI Rossano, candidato maestro che ha conquistato ben 60 punti elo, il MI SARNO Spartaco ed infine un altro cuneese di origine colombiana BABILONIA Mauricio Rafael.

Alla premiazione ha presenziato l’Assessora alle attività produttive e manifestazioni di Cuneo, Gabriella ROSEO che ha elogiato la proficua attività della scacchistica cuneese confermando il pieno appoggio dell’amministrazione comunale per iniziative analoghe di divulgazione dell’arte e della cultura degli scacchi mentre per la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, il membro del Consiglio d’amministrazione Sergio GIRAUDO, sottolineando la serietà e  la grande capacità organizzativa della scacchistica cuneese, ha elogiato l’aderenza dell’iniziativa sovvenzionata dalla Fondazione ai progetti di sviluppo e promozione culturale e sportiva dell’intera provincia di Cuneo e del Piemonte.

Il Presidente della scacchistica Enzo MEDAGLIA ampiamente soddisfatto dle successo della tre giorni scacchistica nel corso della Fiera del Marrone ha annunciato due importanti obiettivi per il 2015, il primo festival scacchistico dedicato alle Alpi marittime da tenersi il 25 aprile e per la celebrazione della quinta edizione con variazione elo fide, dopo un lustro di felici attività, ed altre sorprese, tra i quali  un evento collaterale molto speciale.

circuito rapi d plau

locandina fiera delmarrone 2014

Fiera nazionale del Marrone – 16ª edizione

Cuneo, 16 – 19 ottobre 2014

La Fiera Nazionale del Marrone è considerata una delle più importanti rassegne enogastronomiche d’Italia, vetrina unica delle eccellenze e delle antiche tradizioni del territorio cuneese.

La sedicesima edizione si svolgerà dal 16 al 19 ottobre 2014 in una cornice un po’ diversa dal solito. A causa dei lavori del Programma Integrato di Sviluppo Urbano (PISU) che interessano il centro storico di Cuneo, via Roma, la direttrice principale della Fiera, non sarà adibita ad area espositiva (ma potrà diventare, se i lavori lo permetteranno, luogo di animazione), inducendo gli espositori ad uno spostamento nelle principali piazze della parte antica della città.

Le piazze diventeranno  il cuore della Fiera 2014: Piazza Galimberti e Piazza Virginio quest’anno ospiteranno un numero maggiore di stand e alcuni laboratori, mentre sulla  piazzetta Audiffredi verranno riproposti i birrifici. In piazza Torino invece verrà allestito il Padiglione della Confartigianato che presenta il tema dell’anno: “i  metalli”.

Così per 4 giorni Cuneo si riempie, al ritmo scoppiettante dei môndaj, di una moltitudine di colori, profumi e sapori, con centinaia di espositori provenienti da ogni parte d’Italia (ma non solo), attentamente selezionati dal Comune di Cuneo, Slow Food, Coldiretti, Confartigianato e ATL. Una manifestazione che fa della qualità la sua bandiera, appuntamento irrinunciabile per ogni intenditore.
Una splendida occasione per le aziende del territorio e non solo: i migliori prodotti certificati vengono esposti offrendo ai visitatori un mix di profumi, colori e degustazioni.

Oltre ai momenti esclusivamente enogastronomici, la Fiera offre ampio spazio anche all’artigianato d’eccellenza, a cui si affiancano laboratori didattici, iniziative culturali, proposte turistiche, mostre, scacchi e spettacoli.
Tutto questo rende la Fiera un evento “globale”, capace di attrarre non solo gli appassionati del gusto, ma chiunque desideri vivere un fine settimana a stretto contatto con la genuinità cuneese.

b5f26f7745

 

logo comune

Pubblichiamo volentieri il gradito e inaspettato saluto dell’Assessora alla Produttività e Manifestazioni di Cuneo Arch. Gabriella ROSEO, alla quale presentiamo i nostri più affettuosi segni di gratitudine per la sua particolare ed entusiastica attenzione al mondo degli scacchi.

Cuneo, 24 settembre 2014

È con grande gioia che porto il saluto, a nome mio e dell’Amministrazione che rappresento, alla IV edizione di Scacco al marrone, il torneo di scacchi che è ormai divenuto una piacevole appendice della Fiera Nazionale del Marrone.

Dopo 3 anni  quello con gli scacchi è divenuto un appuntamento atteso dai cittadini cuneesi e dai visitatori della Fiera, che possono anche ammirare, in una sfida in simultanea su venti scacchiere, le gesta del vincitore del torneo dell’edizione precedente, quest’anno il Maestro Spartaco Sarno.

Ma oltre al torneo di scacchi, valido come prova del campionato provinciale Rapid Play, l’iniziativa si lega, come da tradizione, con un convegno scientifico di grande interesse. Per il 2014 gli organizzatori hanno scelto un tema legato al proprio mondo, “I Protoscacchi piemontesi”, una tavola rotonda con docenti universitari ed esperti per analizzare l’aspetto storico, artistico e culturale degli scacchi e il ruolo del gioco nelle città medioevali del Piemonte.

Porgo quindi il più sentito ringraziamento agli organizzatori del torneo per il grande lavoro che svolgono e do il benvenuto più cordiale ai partecipanti, con l’augurio di assistere ad appassionanti sfide sul tavolo da gioco.

 

L’Assessore alle Manifestazioni

Gabriella Roseo

 

 

fiera delmarrone

I Protoscacchi piemontesi:

diffusione nell’età medioevale ed esiti archeologici”

Il convegno collaterale all’evento fieristico è previsto alle ore 17 di venerdì 17 ottobre 2014 nella Sala d’Onore del Municipio di Cuneo in Via Roma nr.28.

I relatori hanno illustrato le loro ricerche non prive di novità storiche e scientifiche. Infatti, l’archeologa dott. Gabriela PANTO‘, direttrice del Museo di Antichità di Torino con la relazione: “Pedine da tavoliere dai contesti archeologici del Piemonte” ha rappresentato, in modo semplice e preciso, l’attività di ricerca ed i contesti archeologici e le unità in cui sono stati rinvenuti dei preziosi reperti anaconici di certa foggia islamica, quali lo scacco di Montaldo di Mondovì (torre) del XIII secolo e ad Alba in Via Vernazza (Re) del XIV secolo. I due scacchi sono di ottima fattura e riportano la classica lavorazione medioevale dell’occhio di dado non escludendo la colorazione e la decorazione con incastri preziosi. Ciononostante seppure appartenenti al ceto medio alto erano indubbbiamente di uso quotidiano.I reperti archeologici sono la Torre in osso di Montaldo di Mondovì del XIII secolo, il Cavallo in osso di Bric San Vito (TO) del X-XI secolo e l’inedito Re in osso di Alba in Via Vernazza del XIV secolo; tutti visibili nel Museo di Antichità di Torino fatta eccezione per il Re, attualmente in deposito.Per gentile concessione dei Beni culturali di Torino saranno esposte, in occasione del convegno scientifico, le preziose riproduzioni fotografiche recentemente e appositamente digitalizzate nella mostra allestita di fronte alla Sala d’onore del Municipio. Inoltre, sarà esposta la pagina riguardante la terza parte dello statuto cuneese che nel proibire i giochi d’azzardo esonera il gioco degli scacchi, a differenza di Fossano e altre città della provincia.

Il MF Antonio ROSINO con la sua relazione “Gli scacchi da oriente a occidente” ha illustrato sapientemente l’origine più accreditata (india) e la diffusione degli scacchi al seguito della dominazione araba in europa (Spagna e Sicilia) attestando la diffusione in Italia nel X secolo (con la lettera di Pier Damiani cardinale di Ostia del 1061) nonché l’inedito studio che riconosce Prè Lorenzo Busnardo quale primo maestro Veneto e non spagnolo come ingiustamente appropriato dagli studiosi umanisti.

Il referente provinciale FSI di Cuneo, dott. Antonio CIARAMELLA ha ricordato il codice dell’episcopato di Warmondo dedicato a Isidoro di Siviglia e copèiato tra il 960 e 1001, custodito alla Biblioteca capitolare di Ivrea che secondo lo studioso Prof. Riccardo RAO conferma l’introduzione in Piemonte almeno dal X secolo in avanti. Inoltre, la citazione degli scacchi tra i giochi d’azzardo, consentito però se fatto di giorno e fuori dalle taverne, nel Corpus Staturorum Comunis Cunei del 1380 che attesta la consuetudine al gioco degli scacchi in Cuneo già nel medio evo. Una passione che viene mantenuta anche dopo le predicazioni, tra il 1449 e 1450, di frate Apollonio Bianchi da Piacenza che volle far bruciare gli scacchierii nel “Falò delle vanità” come racconta il Rebaccini in “Cronica loci Cunei”. Nel primo dopoguerra il capoluogo organizza molti tornei zonali di categoria, con la partecipazioni di giocatori provenienti da tutta la provincia tra le quali una donna Maria Falconi da Fossano, 5° classificata su 18 partecipanti allo zonale di III categoria celebrato nel febbraio del 38. Solo l’evento bellico ferma la fervida attività del capoluogo che però riprende nel secondo dopoguerra. Negli anni ’70 sulla scia della sfida mondiale Fisher-Spaasky il capoluogo annovera ben 250 scacchisti nel club dedicato a Nnimzowitsch e diretto dal dott.BISSONI. noto magistrato cuneese poi trasferitosi a Torino. Egli organizzerà il primo campionato regionale il 25 aprile del 1973 al Ristorante Cervino.

Ai partecipanti al Sinossi e al semilampo è stato distribuito il saggio sulla storia degli scacchi di Cuneo.

Le relazioni dei convenuti saranno poi raccolte negli atti del convegno quale ipotesi di studio e di prossimi dibattiti. La scacchistica e il Comune di Cuneo non desistono a mostrare in loco i preziosi reperti finora custoditi nel Museo di antichità di Torino.

Terza edizione Semilampo

“Scacco al Marrone”

prova valida per il circuito rapid play Piemonte 2013

Sala d’Onore Municipio di Cuneo, Via Roma nr.28  

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ospitata come sempre nella prestigiosa sala d’Onore del Municipio è ormai giunta alla terza edizione l’open semilampo “Scacco al marrone” valido per il circuito Rapid game piemontese 2013, consolidando la perfetta organizzazione dell’Ass. Scacchistica s.d. cuneese. La manifestazione agonistica inizia alle ore 8,30 di domenica 20 ottobre 2013, sempre in concomitanza alla 15° edizione della Fiera nazionale del Marrone di Cuneo.
Il “singolar tenzone” tra gli amanti del “nobil giuoco”, è il secondo appuntamento del circuito rapid play della provincia di Cuneo, la precedente tappa è stata celebrata a Mondovì nel corso della Fiera d’estate mentre l’ultima tappa del campionato semilampo si terrà, come tradizione, l’8 dicembre prossimo a Borgo San Dalmazzo che celebra la 32° edizione.

“La manifestazione, grazie al patrocinio del Comune di Cuneo e all’interessamento del Sindaco ed in particolare degli Ass.ri ROSEO Gabriella e FANTINO Valter, non è solo un momento agonistico” afferma il referente provinciale FSI CIARAMELLA Antonio“ ma è anche l’occasione per dibattiti e divulgazione della cultura degli scacchi. Quest’anno attenzioneremo la cittadinanza sull’importanza di tenere in scacco la Mafia anche in Piemonte”

scaccoallamfiaconlibera

A tale scopo, invitando le scuole del capoluogo, sabato pomeriggio 19 ottobre 2013 alle 17,00 nel salone d’Onore si terrà il Convegno “scacco alla Mafia” per  informare e divulgare il preoccupante fenomeno dell’infiltrazioni delle organizzazioni criminali nel tessuto sociale ed industriale del Piemonte, con il giornalista Giuseppe LEGATO e Noemi TACCONI dell’Ass. “Cascina caccia”. Libera è nata il 25 marzo del 1995, con l’intento di coordinare e sollecitare l’impegno della società civile contro tutte le mafie. Fino ad oggi, hanno aderito a Libera più di 1200 gruppi tra nazionali e locali, oltre a singoli sostenitori.

Il presidente della scacchistica cuneese Enzo Medaglia, titolare de “Il Libraio” di Cuneo, aggiunge: “Sabato sera, dopo l’importante convegno, nella stessa Sala si terrà la simultanea con il campione dell’edizione precedente il Fide Master Miragha  Aghayev riservato a 20 partecipanti e totalmente gratuito.

Per il torneo di domenica sono già prenotati parecchi giocatori anche di alto livello atletico come il Maestro internazionale Spartaco SARNO, campione nazionale di scacchi 2004”, il quale vincerà il torneo.

fiera del marrone

classifica IV semilampo marrone

semilampo 2013

 

Seconda edizione Semilampo

“Scacco al Marrone”

sesta prova valida per il circuito rapid play Piemonte 2012

Sala d’Onore Municipio di Cuneo, Via Roma nr.28  

15e9f3604e

Nel corso della XIV edizione della Fiera nazionale del Marrone a Cuneo, che ha registrato ancora la partecipazione record  di oltre 250mila visitatori, si è svolta la sesta tappa del circuito piemontese rapid play 2012 “Scacco al Marrone” con la vittoria del promettente talento AGHAYEV Miragha, nato a Baku in Azerbajan ma cittadino italiano e residente a Canelli dal 2004. Il diciannovenne azero è diventato maestro di scacchi nel recente open internazionale di Aqui, raggiungendo 2244 punti elo fide. Il Maestro, tesserato nel circolo di Alessandria, ha vinto il semilampo cuneese con 8 punti su 9 partite, giocate in appena 15 minuti, sbaragliando maestri fide e internazionali. In conclusione la disputa cuneese è stata riconosciuta di altissimo livello agonistico.

Il sabato precedente, Folco CASTALDO vincitore della prima edizione “Scacco al Marrone” esegue una simultanea con 20 giocatori. La dimostrazione, totalmente gratuita, accompagnerà sempre l’edizione quale evento collaterale per far conoscere il gioco degli scacchi al pubblico e agli appassionati amatoriali.

aghayev_atene

Dopo la premiazione, alle ore 20,00 la scacchistica cuneese ha organizzato l’interessante Convegno scientifico “L’Europa, gli Scacchi ed i Giovani” con illustri relatori tra i quali il matematico Prof.ODIFREDDI Piergiorgio, cuneese di origine che non ha voluto mancare all’appuntamento anche dopo una lunga serie di conferenze all’estero.

14_fiera_nazionale_marrone_foto_maineri_teresa__44_

Seguito da un pubblico numeroso ed ospitato nella prestigiosa Sala d’Onore del Municipio, si è voluto ripetere, anche per la provincia di Cuneo, una giornata di riflessione sull’utilità degli scacchi nelle scuole per il miglioramento dell’apprendimento della matematica, già pienamente illustrato in un convegno internazionale a Torino nel mese di maggio. Dopo il saluto del Sindaco di Cuneo, il brillante moderatore e giornalista Piero DADONE ha rammentato l’analogia del colore delle castagne con le case degli scacchi, specie nelle scacchiere di legno, rigorosamente in contrasto ma spesso marrone chiaro e scuro. Ad aprire il dibattito è stato il compito del matematico, saggista e filosofo cuneese Piergiorgio ODIFREDDI che ha illustrato le analogie geometriche e matematiche della scacchiera. Tra queste, semplicemente muovendo il cavallo in modo da toccare almeno una volta tutte le case della scacchiera si dimostra un importate teorema matematico. Un esercizio, che il matematico definisce non troppo complicato, che comporta oltre 30 milioni di percorsi come risultato finale. Dopo aver ricordato le sue modeste esperienze scacchistiche, apprese al seminario di Cuneo, ha ricordato l’intervista a Spassky, nel corso delle olimpiadi della matematica tenute nel 2007 a Roma, nella quale il campione sovietico gli confesso di essere un “monarchico”. Allo stupore del Professore, rispose candidamente: “Perché si stupisce, ho passato una vita a difendere il Re”.

 

Alla Prof.ssa Barbara ROMANO è toccato illustrare l’importante esito di una sperimentazione controllata (progetto SAM) condotta in collaborazione con l’I.n.v.a.l.s.i. su classi di scuola primaria, il cui esito ha attestato un incremento significativo nell’apprendimento della matematica negli studenti randomizzati per svolgere l’attività scacchistica. La sperimentazione è stata effettuata su un campione di circa 2.000 alunni di 12 Regioni d’Italia.

L’epoderiese Folco CASTALDO, vincitore della prima edizione dello “Scacco al Marrone” ha rappresentato l’esperienza importantissima e pionieristica della Federazione piemontese con il progetto “Scacchi a scuola”, proseguita poi in tutta Italia nel 2010 con il progetto SAM finanziato dalla Compagnia San Paolo. Le cifre di ore e appassionati agli scacchi nelle scuole sono impressionati ma anche l’utilità degli scacchi come strumento di educazione sociale ed alla legalità, esperienza già attesta in altre nazioni come in USA.

Quindi è toccato al psicologo SGRO Giuseppe, consulente della Scuola dello Sport del CONI che ha esposto i molteplici  benefici per le giovani generazioni attraverso ricerche scientifiche di tutto rispetto racolte nell’importante testo “Giocando con i Re”. Sandro DOMINICI, istruttore ha affrontato  l’evoluzione del progetto “SAM” nel nuovo progetto di ricerca SC3. Rammentando la recente Dichiarazione del Parlamento Europeo che invita gli Stati membri a favorire l’introduzione degli scacchi nel percorso curricolare nelle proprie istituzioni scolastiche ha caldamente invitato il Prof. ODIFREDDI a farsi promotore di questo impegno nelle sedi opportune per il bene delle future generazioni.

http://vesus.org/results/scacco-al-marrone-semilampo-regionale/

classifica II semilampo marrone

7a4faa18ff

prima edizione scacco al marrone8

Prima edizione Semilampo

“Scacco al Marrone”

 prova valida per il circuito rapid play Piemonte 2011

Sala d’Onore Municipio di Cuneo, Via Roma nr.28  

Approfittando della visibilità ottenuta sulla stampa e sull’opinione pubblica, l’Associazione  materializza un importante evento agonistico finora solo ambito come obiettivo ambizioso, organizzare la prima edizione dell’open semilampo “Scacco al Marrone” valida per il campionato piemontese Rapid play 2011, cd. “Grand Prix”. L’evento si prefigge di diventare un appuntamento periodico per tutta la provincia, perché ambisce ad essere una delle 10 gare selettive ed esclusive  del circuito piemontese, finora della provincia stabilmente aderiva il circolo di B.s.d.. L’idea nasce da CIARAMELLA Antonio che, analogamente ad altri eventi organizzati in concomitanza con fiere nazionali, propone all’Assessore al Commercio Domenico GIRAUDO di allestire nel capoluogo una tappa del circuito rapid play piemontese.

Sarà così realizzato, domenica 16 ottobre 2011 nel sontuoso Salone d’onore del Municipio, in concomitanza alla 13° edizione della Fiera nazionale del Marrone di Cuneo, alla presenza dell’Assessore al commercio e manifestazioni Domenico GIRAUDO a dal Sindaco Valmaggia. L’evento è pubblicizzato nella brochure della Fiera che è stata inviata non solo in tutta Italia ma anche in Francia ed Inghilterra.

Il successo non solo arride alla fiera, che raggiunge l’affluenza record di oltre 250mila visite ma anche all’organizzazione scacchistica cuneese, in quanto si iscrivono ben 56 giocatori, superando la partecipazione finora ottenuta ad Asti (54) e Ciriè (55). Vincitore CASTALDO Folco, stabilmente primo nella classifica regionale del campionato semilampo piemontese da otto anni consecutivi, seguito da TOPCZEWSKi Damian anche lui di Torino, IANNIELLO Riccardo, residente in Francia, il ligure DI PAOLO Raffaele che la sera prima si era prestato per una simultanea pubblica, e quinto classificato PETRITAJ Ferdinant, socio della scacchistica, cittadino albanese ma residente a Cuneo da molto tempo.

Hanno presieduto alla premiazione il Sindaco Prof. Alberto VALMAGGIA, l’assessore all’industria e Commercio Domenico GIRAUDO, l’Assessore allo Sport Valter FANTINO, l’Ass. socio educativo Erio AMBROSINO e l’assessore della cultura Vincenzo SPEDALE.

  1. CASTALDO Folco;
  2. TOPCZEWSKi Damian;
  3. IANNIELLO Riccardo;
  4. DI PAOLO Raffaele;

classifica primo torneo semilampo scacco al marrone

prima edizione scacco al marrone6

 

 

 

 

Il socio Azzano raccoglie le iscrizioni, il Presidente e il Vice Presidente controllano che tutto sia in regola;

prima edizione scacco al marrone7

poi le premiazioni con i primi sostenitori dell’amministrazione comunale che hanno consentito la realizzazione dell’edizione l’allora Sindaco Valmaggia, l’Assessore alle manifestazioni Domenico Giraudo e il fedelissimo ed entusiasta sostenitore l’Ass.re allo Sport Valter FANTINO mentre premiano Lino MANTI, l’autore delle bellissime foto di repertorio.

prima edizione scacco al marrone

Più sotto, la sede di gioco: la sala d’Onore del Municipio nel suo splendore poi in prima scacchiera il campione della prima edizione Folco CASTALDO e in seconda scacchiera il socio PETRITAJ Ferdinant.

prima edizione scacco al marrone9

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...